Raccolta differenziata

Il 4 ottobre a Napoli ci sarà la manifestazione anti-omofobia “NAPOLI AMA LE DIFFERENZE“.

Le ama così tanto che quel giorno ne inizierà anche la raccolta.

“Jamm Gigino, il trans lo metti nel bidone fucsia, il ricchione nel bidone rosa e la lesbica in quello blu!”

Annunci

7 Risposte

  1. Voglio finire nel bidone blu e, ovviamente, essere rigurgitata in una discarica piena di lesbiche napoletane.
    No, detto così, no.
    Passo.

  2. hauahuahua penelope, io non sono single, per cui non posso augurarmi di finire in una discarica con tutti i froci napoletani…anche perchè io sono settario: SOLO EBREI per me!

    😉

  3. […] Napoli inizierà a fare raccolta…differenziata! (link) Tags: ecologia, gay, napoli, omosessualità, raccolta […]

  4. […] Articolo completo Tags: ecologia, gay, napoli, omosessualità, raccolta differenziata […]

  5. c’è poco da scherzare….
    qui un nero s’ammazza per camorra e non si combatte la camorra ma si di scute se vale la pena il rimpatrio o il è meglio il CPT. un nero conta quanto una formica.
    io credo che ci stiano già differenziando!

    Ragazzino Rom bruciato vivo a Sesto San Giovanni (Milano). E’ l’ennesima vittima di un razzismo spietato

    Milano, 24 settembre 2008. Fino a quando continueremo ad ignorare la persecuzione del popolo Rom in Italia? Fino a quando useremo “prudenza” nel parlare e nello scrivere dei roghi dolosi, appiccati da razzisti per uccidere gli “zingari”? Fino a quando eviteremo di contare i bambini Rom che muoiono ogni anno di freddo, fame, infezioni, nei campi e nei microinsediamenti? Fino a quando ci ostineremo a credere che le donne, i malati, i deboli “sarebbero morti lo stesso” e finalmente ammetteremo che li ha assassinati l’Italia dell’odio razziale? Fino a quando gli antirazzisti si esprimeranno in modo tanto cauto? Fino a quando si lasceranno intimidire dall’arroganza di cghi ha potere? Fino a quando, in ossequio alle autorità, lasceremo le ultime mani tese senza una moneta, dopo aver scelto la via dell’intolleranza (o della “tolleranza zero”, che è la stessa cosa) e abbandonato quelle della solidarietà e della carità? Fino a quando avremo paura di chiamare l’oppressione del popolo Rom con il nome di nuovo Olocausto? Ieri notte a Milano, nell’ex area Falk di Sesto San Giovanni (Milano) un bambino Rom di circa 12 anni è morto bruciato vivo. I pompieri, intervenuti dopo la mezzanotte, hanno trovato il suo corpo già carbonizzato. Fino a quando continueremo a considerare queti cadaveri “incidenti” e non vittime? Fino a quando ci illuderemo di essere innocenti? Roberto Malini

    Per informazioni:
    Gruppo EveryOne
    Tel: (+ 39) 334 8429527 – 331 3585406
    http://www.everyonegroup.com/it :: info@everyonegroup.com

    cenno storico;
    Prima di tutto vennero a prendere gli zingari
    e fui contento perchè rubacchiavano.
    Poi vennero a prendere gli ebrei
    e stetti zitto perchè mi stavano antipatici.
    Poi vennero a prendere gli omosessuali
    e fui sollevato perché mi erano fastidiosi.
    Poi vennero a prendere i comunisti
    ed io non dissi niente perchè non ero comunista.
    Un giorno vennero a prendere me
    e non c’era rimasto nessuno a protestare.
    Bertold Brecht

  6. A causa della concomitanza di altre due manifestazioni, rispettivamente a Caserta e Roma, la manifestazione prevista per il 4 Ottobre è stata spostata all’ 11. http://www.napoliamaledifferenze.org

  7. eh la madonna…ragazzi, take it easy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: