I love shopping – recensione

C’erano tutti i presupposti perchè questo film mi piacesse: MODA, NEW YORK, CARTE DI CREDITO, CONSUMISMO, COLONNA SONORA DI MACY GRAY. Ho costretto il mio amore a venire con me, ieri mattina alle 8.30 avevo già acquistato i biglietti su internet e ho a usato l’arma del ricatto: “Non vorrai mica farmi buttare i soldi?”. Mi sono ridotto al più bieco dei comportamenti pur di vedere questa pellicola. Per cui, capirete bene le mie aspettative a che livelli stessero.

Premesso ciò, la trama del film la potete leggere dovunque nel web, io vi propino la mia critica acidil-salicinica.

Trama: assolutamente sciapa, inutile, insensata, banale e terribilmente noiosa.

Dialoghi: li definirei piuttosto monosillabi sparsi a caso

Vestiti (l’unico motivo per cui uno va a vederlo): pacchiani, grotteschi, da provincialotti del Midwest.

Colonna sonora: si sentiva a malapena – se solo avessero alzato un pò il volume!

Attori: decisamente divertente l’attrice, Isla Fischer, l’unica a far ridere con le sue gag alla Bridget Jones; il resto del cast totalmente insulso.

Insomma, alla fine dei 90 minuti di pellicola, rileggi la locandina e dici: You love shopping? Ma ‘sti gran c….!

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: