Eterno Ritorno

Non so se Nietzche si riferisse a Michael Jackson quando teorizzava il concetto di eterno ritorno; fatto sta che ci cade a pennello.

Ce n’eravamo liberati da vivo, ma da morto e’ tornato ad infestarci i timpani con i suoi strilletti e la sua pelvicita’ laida. Ormai nel dimenticatoio, da salma te lo ritrovi DOVUNQUE: giornali, radio, internet, disco.

Il mondo e’ diventato un’enorme camera iperbarica pronta a contenerlo e preservarlo nel suo bianco artificial-compulsivo.

E noi dobbiamo subire questo imbottigliamento di ricordi e nostalgie come se ce ne fottesse davvero tanto.

Il fenomeno della riabilitazione postuma e’ tipica di tutti gli artisti controversi, ma al massimo gli si riserva una notizia al tg della sera e non intere settimane di celebrazione di un corpo in decomposizione.

A me fa schifo ballare Jackson in discoteca: e che cazzo pago 12euro per tornare ad avere 10 anni? Ma mi compro una crema anti-age per quello! E poi e’ davvero insostenibile lo spettacolo di gente che all’epoca aveva 20 anni e che balla ancora come allora. Ora abbiamo l’house e la tekno, se mi rifili ancora il “moon-walk” ti vomito addosso d’ufficio. Senza considerare che quella musica e’ proprio imballabile.

Insomma, avra’ pur cambiato la storia della musica, ma non puo’ scassarmi le palle anche nel week end.

6 Risposte

  1. Forse non a tutti ” ha scassato le palle” come tu gentilmente scrivi, mio caro “il sarcotrafficante”. Sappi che esistono persone sensibili (non certo come te) che apprezzano altre persone che hanno fatto e fanno cose che tu mai potrai fare (e visto il tipo, ti dico subito che non parlo di pedofilia). Non voglio nemmeno pensare ai tuoi gusti musicali, visto come critichi chi ha creato qualcosa che tu nemmeno puoi immaginare. “Before you judge me, try hard to love me” (se conosci l’inglese, traduci e poi rifletti, se ne sei capace).

    • Se fossi americana ti potrei dire “WATCH MY HAND, GRAMMA”. Ma siccome non lo sei, e avrai imparato l’inglese dal pedofilo, non capirai.
      Cara Giovanna, mi spiace che tu consideri insensibili tutti quelli che non amano la tua musica…è segno di pochezza di argomenti. Ma ti consiglio una cosa: GET A LIFE. For real, girl. and GET A HUGE GRIP.

      • Forse non hai capito quello che intendevo dire. E la cosa mi dispiace molto. Io non considero insensibili quelli che non amano la mia musica, considero insensibili quelli che non capiscono che esistono diversi modi di pensare (e questo riguardo anche ad altri infiniti argomenti oltre la musica). Lascia inoltre la tua spocchiosa aria da intellettuale: non tutti imparano l’inglese dalle canzonette; qualcuno può anche averlo studiato. Infine, se tu mi conoscessi, ti rimangeresti quella odiosa frase “è segno di pochezza di argomenti”.

  2. Tranquillo, tieni duro ancora un paio di settimane e vedrai che non ci propineranno più Michael Jackson (che, dopo Thriller, non ha fatto onestamente più nulla degno di nota, se non il suo patetico tentativo, da nero di talento qual era, di cambiare pelle).

    • Non sono saccente, cara. Sei tu quella che si è chiesta se sapessi l’inglese..ed io ti rispondo per le rime: sei capitata male..sono mezzo inglese.
      E tornando al merito, il tuo commento era riferito alla mia sensibilità in quanto non aderente ai tuoi discutibilissimi gusti musicali. E lo dimostra il fatto che io mica ho giudicato chi ami Jackson nel post (se hai letto questo, ti invito a rileggerlo), ma semplicemente il fastidio nel doverlo risentire dovunque con conseguenti conati di vomito durante la giornata.
      Punto. Mai giudicato nessuno, se non la scelta delle radio di accanirsi contro una nullità discografica.

  3. Fra, ne parlavamo ieri con un amico: ma che ha fatto Jackson nella sua vita? Cosa avrebbe rivoluzionato? I Rolling Stones, I Beatles, i Queen, i Metallica, Armstrong..questi sono i grandi Rivoluzionari della musica.

    Il resto è solo tanto rumore per nulla. Con Michael Jackson muore il Jacksonismo, esattamentre come quando morirà il Berlusconismo con Berlusconi. La nullità è nullità, nonostante la gran fanfara che la circonda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: