Massi-ma allerta

6411_131433413798_588533798_3114752_6150286_n

(trovata dal sottoscritto davanti un locale a Roma)

Ormai siamo il paese fobico per eccellenza: omofobia, xenofobia, rumenofobia: ce l’abbiamo tutte. Se esistesse uno psicologo in grado di curare il paese, prescriverebbe vagonate di lexotan per l’intero bacino elettorale. Legge e ordine più che imperativi politici sono diventati l’ave maria di ogni italiano. Eravamo il paese di naviganti e dei poeti: ora siamo il paese degli zotici e cagasotto.

Ma nel cartello di cui sopra assistiamo ad una sintesi perfetta fra passato e presente. Come altro definireste chi ha scritto “CADUTA DI MASSI” e “SPERANDO IN UN CONSENSO DI APPROVAZIONE” se non un poeta cagasotto?

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: