Bastardo con tanta Gloria – La recensione

Ieri ho visto in anteprima l’ultimo lavoro di Quentin Tarantino, Bastardi Senza Gloria, in uscita in Italia il prossimo 2 ottobre. Senza mezzi termini: è un CAPOLAVORO.

Sono riprese tutte le tematiche care al regista (la vendetta, i b-movies, la divisione in capitoli, i sottotitoli, l’ironia, i metadialoghi, le colonne sonore distoniche rispetto alle scene…), ma con una marcia in più. E’ un Tarantino che parla di Tarantino e di cinema e di storia con uno spessore ed una maturità incredibilmente accresciuta rispetto ai film precedenti. La versione originale è multilingue: italiano, inglese, americano, tedesco e francese, e la trama entra a far parte delle migliori “what-if” stories di tutti i tempi.

Gli attori (tutti, nessuno escluso) sono perfetti, naturali nelle loro parti, decisamente credibili e mai stonati. La fotografia è nitida, molto evocativa e non ci sono mai “rotture” tra una scena e l’altra – sembra si scorra un annuario colorato di Life versione splatter. Senza mai e poi mai cadere nel posticcio e nel ridicolo.

Un enorme BRAVO a Tarantino – che ogni volta sa come non deluderci.

Consiglio vivamente a tutti di andarlo a vedere. Sono due ore assolutamente godibili.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: