Unfit

Qualche anno fa l’Economist apriva con una copertina su Berlusconi in cui era definito “Unfit”, non idoneo a governare il paese. Ecco, e’ doloroso ammetterlo, ma io sono il Berlusconi delle relazioni di coppia. Totalmente UNFIT per ogni tipo di interscambio sentimentale, decisamente idoneo alla dittatura sentimentale. In realtà, sono solo tornato alle radici, dopo una sola parentesi felice di democrazia.

Mi spiego.

Durante i turbolenti anni del liceo, ero un anarchico del cuore; il mio motto era: fate la guerra, non fate l’amore. Preferivo una disputa politica violenta ad una sana scopata con aitanti compagni di scuola (che pur si sarebbero prestati al gesto maschio). Innamorarsi era equivalente ad un doppio pugno incrociato al culo.

Poi galeotto fu Freud.

Iniziai a familiarizzare con il concetto di “sublimazione“, e compresi una grande verità: il motore del mondo era il sesso e non la politica. Inutile evitarlo: qualsiasi azione di rabbia non era altro che un surrogato dell’orgasmo. Lunghissime discussioni politiche, sedute studentesce, maratone TV davanti al talk show politici, liti in famiglia, mazzate in strada contro i fottuti Berlusconiani. Tutte cazzate: dovevo solo scopare.

Così inizio il mio peregrinaggio nei letti di mezzo mondo.

Questa fase ha coinciso con l’abbandono del nido materno, e con l’inizio della mia avventura alla conquista della Terra. Tutto attraverso le lenzuola di ogni bandiera e nazionalità. Dai 18 ai 21 anni sono stato l’ONU della penetrazione: nessuna nazione era esclusa dal consesso del mio talamo. NESSUNA. Un approccio molto obamiano alla copulazione. Ma assoluto divieto ad interlacciare patti bilaterali esclusivi: ero aperto allo scambio con il mondo. FREE TRADE, insomma.

Poi scopro l’amore, e nasce l’autarchia di coppia.

18 mesi di convivenza fitta ed intesa mi hanno reso l’esatto contrario di quanto ero prima. Affidabile, stabile, routinario, innamorato, affettuoso: in una sola parola, UN FOTTUTO E NOIOSISSIMO MORMONE. E per un ebreo, è davvero il massmo divenire un fondamentalista del nuovo testamento. E’ stato un bellissimo periodo, interrotto bruscamente (e fortunatamente!) dal mio ex che decise di lasciarmi. Da quel momento, LA TOTALE DITTATURA è ricominciata.

Cosa ha significato questo cambio istituzionale?

Sono tornati i vecchi slogan di cui sopra, con l’aggiunta di nuovi come “l’amore è per i deboli e gli stitici“. Tratto dispoticamente chiunque cerchi di avere uno scambio umano con me (“No, senti, ok trombare, ma non provare a chiamarmi per altri motivi: fingerò un’improvviso attacco di cancro convulso al telefono”). Inoltre, ho atteggiamente isterico-pazzoidi appena mi si dice NO a letto: sono pronto anche a giurare l’amore eterno pur di ottenere pompini. Anche perchè quest’ultimi funzionano sempre, l’altro invece no.

Probabilmente tornerà la democrazia un giorno. Ma per ora mi godo soddisfatto questo clima di terrore sentimentale che agita la miua comunità di trombamici. La mia reputazione non sarà delle migliori, ma tanto peggio. Un giorno sarò rivalutato dai posteri come l’ultimo umanista.

No aspetta, quello non era Satana?

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: