Soul Scanner

A breve, negli aeroporti europei verranno installati i primi Body Scanner per rilevare ogni minimo dettaglio, oltre il metal detector. Mi viene da ridere. Siamo cosi’ bravi e raffinati nel cercare armi chimiche ed esplosive, eppure non riusciamo ancora a scovare nell’animo umano.

Non esistera’ mai un Soul Scanner.

20 anni fa, un noto presentatore inglese ha aiutato a morire il compagno, malato terminale di Aids. L’ha confessato in TV pochi giorni fa ed e’ stato arrestato immediatamente. Grande polemica in UK: e’ giusto o meno?

Il punto e’: chi siamo noi per giudicare la scelta di due persone che si amano e che fanno un accordo per una “morte bella”? Possiamo leggerli dentro? Pensiamo che uno chieda al compagno di ucciderlo a cuor leggero? Siamo consapevoli anche minimamente di cosa possa aver provato l’uccisore mentre soffocava lentamente l’amore della sua vita?

La risposta e’ NO, uno, cento, mille volte NO!

Non esiste un Soul Scanner: ma allora perche’ lo Stato deve farne le veci, arrogandosi il diritto di sapere cosa ci sia nella nostra anima? Spero che in UK tornino al giudizio in merito a questo caso, perche’ se anche loro iniziano a confondere lo Stato con la Morale, possiamo dirci ufficialmente fottuti, miei cari amici.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: