Partito Defunti: nessun racconto, solo un rantolo

Rispondendo a Marco Bracconi de La Repubblica, al post “Masochismo democratico“, ecco cosa penso.

Il Partito Defunti non sa raccontare, perchè non ha contenuti. Che storia vuoi scrivere senza un protagonista (ce ne sono almeno una ventina), senza ostacoli da superare (se non Berlusconi) e senza un lieto fine da regalare al Paese?

Il PD sa solo emettere rantoli moribondi: come qualificare le sporadiche e disorganiche uscite di Bersani&Co? Ma purtroppo, con le voci dall’aldilà si appassionano i soliti quattro gatti (questi sì davvero sfigati), e non l’intera nazione.

Nichi Vendola, tanto interessato al racconto, non è “un narratore, magari un tantino populista, ma ben più furbo di Bersani”. Vendola, a dispetto del cognome, non vende nulla: lui vede un futuro diverso e lo comunica, diversamente.

I suoi sono contenuti solidi, soprattutto perchè non ha vergogna del proprio passato politico (possono dire lo stesso i Defunti?).

Il fatto che sappia impachettarli in un buon contenitore – che ha convinto anche i moderati imprenditori del nordest lo scorso giugno – è un punto di forza, e non qualcosa da demonizzare e tacciare come “populista”.

A meno che Bracconi non voglia cadere nella stessa colpa, di cui accusa il Partito Defunti. Ed allora, questo suo intervento non sarebbe un editoriale, ma una triste tautologia.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: