Un chiarimento doveroso

Sono socialista da sempre. E milanista da altrettanto. Due elementi che in teoria mi avvicinerebbero a B. Ma ne esiste anche un altro: la non convenzionalità. Bunga e minorenni a parte, se fossi Presidente del consiglio anche io farei le corna nelle foto di gruppo nei noiosissimi meeting europei, racconterei barzellette e farei cazzate su cazzate che romperebbero mille protocolli. Lo so perchè nella vita di ogni giorno sono così. Prima d’iniziare a lavorare a 18 anni, mi dicevano tutti: tu cambierai con il lavoro, ti controllerai. Manco per il cazzo: con il lavoro sono peggiorato e mi sono lasciato ancora di più andare. Ho abbastanza elementi (e svariati anni di terapia) per dire che se fossi politico, non sarebbe diverso.

Quello che disprezzo altamente in Berlusconi non è COME sia arrivato al potere, o COME si comporti quando ci è arrivato. Mi fa rodere quello che NON fa per gl’italiani e per il paese. Perchè se lui facesse prosperare la nazione, io lo difenderei a spada tratta davanti a chiunque. Va a puttane? Cazzi suoi. Fa le corna ai ministri europei? Ma fa bene, che pallosi quei fighetti che poi in privato altro che bunga bunga. Ma non è questa la realtà. Lui fa solo ed esclusivamente i cazzi suoi. E allora, è ovvio che ci si imbufalisce anche per il bunga&co. Perchè avere un Presidente sessuomane mi fa ridere, ma averne uno anche fannullone mi fa incazzare pesantemente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: