Le vittime non sono eroi

Non ho mai ammirato gli eroi du jour. Vittorio Arrigoni ha scelto di vivere a Gaza. Ha scelto di rischiare la vita. Nessuno, ripeto nessuno, merita riconoscimenti per il lavoro che fa, se lo sceglie consapevolmente. La morte non era contemplata, invece, per gli operai della Thyssen morti anni fa, e la cui memoria e’ stata riscattata da una storica condanna ai dirigenti dell’azienda. Ma badate, neanche loro sono eroi: povera e’ la nazione che scambia le vittime per eroi.

La morte non si augura a nessuno. Questo e’ palese. Ma la sua mistificazione non e’ altrettanto opportuna. Nasconde i mali del nostro paese, la strumentalizzazione e la lottizzazione. Se vogliamo continuare sugli stessi schemi imposti dal potere, apriamo pure pagine pro Vittorio Arrigoni su Facebook. Ma sappiate che state figurando come inutili comparse del solito, osceno spettacolo politico italiano.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: