Pulci con la tosse

Amo parlare di me. Mi sentirei per ore parlare. Spesso faccio colloqui di lavoro solo per avere un nuovo sconosciuto a cui raccontare la mia storia. E quanto mi meraviglio a sentire sempre le stesse cose…sempre bello, come la prima volta!

Ma sul blog, amici miei, lo faccio poco. Preferisco spargere polvere di ego sui fatti di cronaca piuttosto che tediarvi con i cazzi miei. Oggi devo fare un’eccezione; il motivo è presto detto. Ho da poco scoperto che taluni, con cui spesso scherzo in maniera spinta, pensano DAVVERO di piacermi fisicamente. A queste persone do due consigli ed una notizia.

Consiglio 1: Spingetevi pure nel cesso – che gli siete parenti. I miei ex sono tutti pezzi di maschi incredibili. Voi non siete manco la loro ombra. Consiglio 2: scopate di più. Se lo faceste in maniera appagante, vi assicuro che non vi verrebbe mai in mente che io possa interessarmi a voi.

Notizia: Io non smetterò MAI di scherzare, di farlo in maniera ambigua, di produrre una quantità di doppi sensi che manco un’autostrada. Se esistono dodicenni cresciuti male, non è mica colpa mia.

Overall, GET A FUCKING LIFE.

P.S. Giusto per la cronaca. Con le persone che mi fanno sesso non ci scherzo mica. Ci faccio sesso, punto. Quindi davvero, state manzi, stay beef.

Annunci

Piccoli ed incazzosi

Noi italiani siamo come i chihuahua: piccoli e incazzosi.

Non contiamo un cazzo sullo scenario globale, siamo minuscoli, e ci permettiamo pure il lusso di dividerci tra fazioni e fazioncine. Lo si vede in questi giorni: mille candidati premier, mille movimenti, tutti a caccia una volta del voto moderato, l’altra di quello cattolico, l’altra ancora di quello radicale, etc, etc. Segno che davvero i politici ragionano per compartimenti stagni (il che spiega perchè il Paese è impaludato da 30 anni).

Guardiamo il discorso dei diritti civili, in particolare cittadinanza ai figli di immigrati nati in Italia e matrimoni/adozioni omosessuali. Mille paranoie e masturbazioni mentali sul perchè ed il per come, quando basterebbe – in maniera assolutamente laica – osservare quanto avviene negli altri paesi, copiare ed incollare. Perché estendere diritti alle minoranze fa bene a tutti? Semplice: più si include, più si é uniti, e più si è uniti e più si é forti.

L’Italia, proprio ora, di tutto ha bisogno fuorché di esser divisa. Rischiamo di finire al canile, dove davvero ci inculeranno i cani più grossi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: