CelluMale

Gli smartphone uccidono.

Lo ha dimostrato una ricerca di un ospedale di Boston. Già anni fa, in America i cellulari rappresentavano il 25% delle cause di incidenti urbani. E pochi mesi fa, a Los Angeles la comunità glbt ha prodotto un video per disincentivare la popolazione a distrarsi con le app di dating online.

Al di là di ogni evidenza scientifica o statistica, che gli smartphone ci facessero male era scontato. Mia nipote di sette anni un giorno mi disse: sembri un handicappato attaccato a quel coso. E per me una constatazione del genere valse più di ogni ricerca (al di là del linguaggio poco politically correct dei bimbi, che apprezzo molto).

I ragazzi per strada non guardano più i culi delle donne, ma le classifiche di calcio. Le donne invece hanno semplicemente sostituito lo specchio con la funzione mirror della fotocamera. Vedo ragazzini in metropolitana comunicare tra di loro via messaggini, ma sono l’uno accanto all’altro.

I miei amici insegnanti mi dicono che ormai i ragazzini imparano a leggere e scrivere molto più lentamente. E le cose peggiorano di anno in anno, perché non sono più abituati a ragionare in maniera analitica, ma solo sintetica, per icone. Rimarremo in pochissimi a saper scrivere a mano nel 2050.

Mi domando se troveranno un app per farti le seghe.

In attesa che questo dubbio atroce venga fugato, vorrei tanto prendere una posizione, ma non ci riesco. E non perché abbia appena fatto sesso e ho problemi di flessibilità di schiena, ma solo perché trovo sia una questione spinosa. Gli smartphone ci hanno migliorato la vita in tanti aspetti. Ormai davvero possiamo dedicare molto più tempo alle cose che ci piacciono, dati gli automatismi che i cellulari ci hanno regalato. Fu questo il motivo per cui, quando arrivò la lavatrice, si parlò di rivoluzione.

Perché non possiamo dire lo stesso degli smartphones?

Vedremo, valuteremo con il tempo chi abbia ragione e chi torto. Ma non credo che torneremo mai più indietro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: