Maria, sindaco d’Italia

Bella storia le prossime amministrative. A Milano, non saprei chi votare. Sala mi sembra l’ennesimo uomo-simbolo senza contenuto, un cubista della politica. Gli altri due sono burocrati-grigi, dei Casper delle amministrative. Se fossi di destra poi, mi trasferirei a Lugano pur di non votare Sallusti. A Roma, stessa situazione. Nessuno si è ufficialmente candidato. Nell’Urbe il PD si è smaterializzato, roba che Lilly Gruber a OttoeMezzo sembra meno eterea con tutte quei fari in faccia. Inoltre, l’idea di avere Marchini (Ridge de noiartri), Meloni (Sora Lella Jr) o Di Battista (Il Nulla della Storia Infinita) come sindaco mi agghiaccia almeno quanto inserire il pisello in una presa elettrica. Non so come ne usciremo, ma io ho una soluzione: mettiamo Maria De Filippi a governare tutte le città d’Italia. Meglio un genio del male, che gente mal assortita.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: