Britni Spirs is beck!

Il ritorno di Britney Spears è stato un trionfo agli MTV Music Awards 2008. Il nuovo cd è stato ultrapremiato.

Sono felicissimo per lei; e per i migliaia di psicopatici il cui umore dipende da quanta adipe si accumuli sui suoi fianchi.

Consiglio alla reginetta del pop: la prossima volta, per dimagrire, usi Somatoline – mica era necessario propinarci un intero CD.

Patiti di Patata

Premesse

1) McCain è la marca leader nelle patatine fritte;

2) Gli USA sono il paese delle patatine fritte;

3) La pratica più diffusa tra gli americani è fare i “couch-potatoes” (patate da sofà);

Conclusione

McCain sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America

E a nulla varrano tutti i discorsi kennediani di Obama: cosa può un nero dal cognome binladesco contro una bianca patata anglosassone?

Seghe al Carrello

I prodotti vendono solo se somigliano ad un fallo;
una persona diventa consumatore per lo stesso motivo.

(apertura del centro commerciale Euroma2, by bonou2lazio – giugno 2008)


Se la suora fa notizia (trash)

E’ durata tre giorni l’iniziativa di padre Rungi per il concorso della suora più bella del 2008; la vincitrice sarebbe stata votata dai navigotori internet sul blog del prete di Mondragone (Caserta). Ma, dopo la eco prodotta in molti media, il ministro di Dio ha deciso di cancellare la manifestazione: “Troppa confusione, volevo solo mostrare la vita e la bellezza che vive nei conventi italiani”.

Ricordiamo – ai pochissimi che non lo sapessero – che padre Rungi era già noto alle cronache locali per altre notizie-spazzatura; ma essendo spariti i rifiuti grazie al presidente Scopatore, il prete ne ha prodotta altra con molto zelo.

Buona vita.

ps per chi fosse interessato alle suore e alla setta cattolica, v’invito a leggere di quest’attentato e di questo anche. Padre Rungi, potremmo indire un concorso per “l’attentato più spettacolare che coinvolga una suora 2008“. Che dice?

Obamaltroni

Ieri è iniziata la Convention del Partito Democratico americano. Ad aprire le danze, in prime time tv, è stata la moglie di Obama, Michelle – con tanto di prole sul palco*. Un attimo: ma Obama non era quello del “CHANGE, we believe in“? E cosa è questa salsa melensa con il pubblico? Cosa è questo espediente carrambachesorpresesco dei figli, dell’amore per la famiglia, dei valori? Ahi, ahi, mr Obama, a quanto pare, avevo capito bene non appena avevano nominato Biden come suo vice.

Ed ecco a voi signori, dopo lo straordinario successo del Veltrusconi, sempre pacatamente e serenamente, la nuova creatura politica:  l’OBAMALTRONI!

Mr Obamaltroni, non sono uno dei suoi famosi spin doctor, però inzi a cambiare lo slogan in “Fake, we believe in”. Anche perchè, se proprio vuole rischiare la pelle, lo faccia con lo slogan giusto.

* p.s. ma perchè la famiglia dovrebbe dare più credibilità per ricoprire un ruolo? Mica io porto mia nonna ad i colloqui di lavoro.

YouBeer

In Italia non si vedrà mai…ma manco si fa!!!

(trackback al post di Io Ani e Bon)

Muscle Worship

Ho scovato questo video nei meandri di YouTube.
Cercavo un documentario della BBC sul Vaticano (a proposito, è questo), quando mi sono imbattutto in questo magnifico servizio che mi ha cambiato la vita.

Sostanzialmente, è un’intervista ad un californiano che campa di MUSCLE WORSHIP (venerazione di muscoli). E’ una pratica molto diffusa in America. In sintesi: ti pagano per toccarti, leccarti e baciarti i muscoli. Non devi fare sesso (quantomeno, non necessariamente), e quanti più muscoli hai, tanti più soldi becchi.

Ora, mi sembra una pratica molto conveniente per entrambi i contraenti; il “worshippato” si fa un bel pò di soldi per comprarsi tutti gli steroidi per essere worshippato ancora di più, mentre il “worshippante” si evita tutta la trafila del rimorchio in discoteca (e delle ore di palestra).

Quì in Italia, abbiamo una pratica non dissimile: Ratzi-Worship. In sintesi: i politici pagano per leccare e baciare il culo del Papa, senza fare sesso (quantomeno, non in tutti i casi). Così, il papa è sempre bello deterso ed i politici beccano i voti.

Siamo proprio come gli americani, non c’è che dire.

Republicrats!

Praticamente, il nostrano Veltrusconi.
Solo che da noi, i politici si comportano da comici.
E non il contrario.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: