Palle orfanelle

“La manovra non è mai cambiata” affermava Tremonti ieri al meeting di Cernobbio. No, Giulio, era un casino all’inizio, e continua ad esserlo anche dopo la quarta versione in un mese e mezzo. Hai proprio ragione. Corsi e ricorsi storici. Quando l’ex ministro dell’economia Visco propose in manovra la lotta all’evasione fu lo stesso Tremonti a deriderlo perchè misura effimera e non quantificabile. Interviene Quagliariello: “è diversa la filosofia. La sinistra lottava per punire i ricchi, noi per salvaguardare i giusti”. Un pò come se io mi scopassi la moglie di Quagliariello e, a chi mi accusasse di essere un rovina famiglie, rispondessi: “lo lo faccio per farla rilassare, e star meglio col marito. Mica lo faccio per me!”.

Questo governo naviga in alto mare. Beati loro, perchè noi italiani navighiamo nella merda già da tempo. Non si vede la via d’uscita, le famiglie sono al collasso, i giovani non riescono a lavorare, i vecchi hanno pensioni ridicole, siamo l’unico paese in europa ad aver perso potere d’acquisto, il nostro debito cresce a dismisura…Vorremmo una svolta, anzi una sterzata, una cazzo di inversione a U. Ma per farlo, servono politici con le palle. Ma da noi esistono solo palle che girano. E che non trovano manco un politico a cui attaccarsi.

Tristezza.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: