iPD

iPD

iPD

“Tutti noi usiamo pc portatili e smartphone: non esisteva ancora nulla al centro tra le due categorie”. Cosi’ ieri Steve Jobs ha presentato il nuovo pc tablet “iPAD”, la rivoluzione tecnologica del 2010. Ammetto di aver pianto a vederne il video sul sito Apple. E poco ci e’ mancato che mi eccitassi sessualmente quando ho visto tutte quelle apps muoversi velocemente in questa nuova tavoletta della legge.

Ma tra un pianto e un sussulto genitale, ho anche fatto una riflessione molto, ma molto profonda.

Torniamo al lontano 2007. All’epoca, tutti noi usavamo un Partito politico ed un cestino dell’immondizia. Ma all’improvviso, giunse lo Steve Jobs der Colosseo, Veltroni, e disse: “Perche’ non creare una via di mezzo tra le due categorie?”. E’ cosi’ nacque l’ “iPD”, l’oggetto che ha rivoluzionato la politica italiana e il mondo degli oggetti per casa. La grande mission era quella di creare una grande casa comune dove buttare dentro tutta l’immondizia presente nel panorama politico italiano. CattoComunisti, CattoDemocratici, MenteCatti, TeoDem, NeoCon, PomPom, CipCip e BamBam. 

L’iPD con un semplice meccanismo elettronico, le “primarie”, avrebbe pensato a tutto lui: divisione dei rifiuti organici (i DS) da quelli non organici (Margherita),  compostaggio ed infine creazione delle balle da smistare ai cittadini. Il tutto rivestito di deodorante e simpatiche spillette ricordo.

Dopo 2 anni e mezzo, il successo dell’iPD è sotto gli occhi di tutti: ha eliminato le scorie comuniste definitivamente, ha diminuito il volume dei rifiuti passando dal 31% al 27%, ed infine ha già avuto 3 segretari TUTTI RIGOROSAMENTE BIODEGRADABILI e RICICLATI in altre cariche.

Chi l’avrebbe detto che noi italiani avremmo anticipato il leggendario Steve Jobs, eppure è così. Dobbiamo esserne tutti orgogliosi.

Mica solo lui “salva l’Italia”!

Oggi a Roma è un casino. Ho provato a violentare la solita rumena del sabato mattina, ma mi ha detto: “No, oggi devo andare al Circo Massimo a SALVARE L’ITALIA”. Cazzo, e ora che faccio tutto il giorno? Ho cinque alternative:

1. Vado alla manifestazione, così la violento mentre Veltroni salva l’Italia;

2. Resto a casa a vedermi uno snuff movie;

3. Vado a Genova a vedere la mostra degli animali omosessuali;

4. Passo il pomeriggio a farmi i cazzi degli altri su 123people;

5. Vado al cinema a vedere “Cristina, Giovanna, Peppina, e tutte le altre a Barcellona” di W. Allen.

Non ne ho la più pallida idea, ma di una cosa sono certo: oggi anche io salverò l’Italia!

LatRinorum

Il Papa esorta i vescovi francesi ad accettare la messa in latino. Intanto Veltroni, alla SAMMER S-CUL del PD, dice di essere l’unica novità di cui l’Italia ha bisogno.

Il Papa e Veltroni sono come Paola e Chiara: dicono stronzate all’unisono.

IceMan

Iceman Veltroni

Iceman Veltroni

Dopo l’agghiacciante dichiarazione di Alemanno, Veltroni si è dimesso dal comitato sulla shoa presieduto dallo stesso sindaco di Roma.

E’ la sindrome del P.D. (Prima Donna): Veltroni vuole essere il solo ad agghiacciare la platea con le sue dichiarazioni del…..ghiaccio.

I consoli di Roma

——

Alemanno: “Il fascismo non fu il male assoluto“.

Concordo. E’ lui.

——

Veltroni: “La gente del PD è avanti“.

E lui è indietro ad incularli per benino.

——

Ho capito: chi diventa Sindaco di Roma deve NECESSARIAMENTE sparare cazzate. Minchia, se i sindaci di New York fossero affetti dalla stessa sindrome, dopo l’11/9 Giuliani avrebbe dovuto dire “Cazzo vi lamentate a fare? Ci hanno abbattuto a GRATIS due cosi enormi che rovinavano la vista sul mare!

La Patente

Veltroni: “Il paese è senza guida

Parla con coscienza di causa: lui è un demente patentato.

Partito Debicratico

Il governo ombra

Il governo ombra

Parisi: “Il governo ombra è un fallimento

Così, Passera ha già proposto un altro piano per salvare il paese.

Dividere il PD in due partiti separati: uno indebitato chiamato PDS – partito debiti di sinistra, ed uno in ottima salute – Margherita – da affidare ad una cordata di imprenditori italiani e ad un investitore straniero. A capeggiare la cordata nostrana ci sarà Flavia Vento, mentre il partner estero si vocifera sia un certo Joseph Ratzinger.

Berlusconi ha già avallato il progetto gridando al miracolo, mentre Veltroni sta decidendo se il suo nuovo libro si chiamerà “La Pecora: storia di un politico a 90°”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: