MattaTrolley

Habemus Mattarellam!

E’ sempre commovente assistere in diretta all’elezione del nuovo Presidente della Repubblica (by the way, buon lavoro Presidente!). Vi scrive un frignone che, quando vota, piange come un bambino per l’emozione. Ma, mie turbe psichiche a parte, c’è stato un dettaglio che mi ha fatto girare le balle: i trolley.

Tutti i parlamentari sono arrivati stamattina con le valigie. Quasi a dire: oggi votiamo e finiamo prima di lavorare. Butta ‘a past, Marì. E se dovevano dare un’immagine di vicinanza al Paese, hanno mancano l’occasione alla grande. Perché votare un Presidente è l’atto più solenne si possa fare in una nazione. Non esistono cose più importanti nella vita di un politico.

Perché tutta questa fretta? Non hanno da lavorare? Siccome per 4 giorni hanno fatto riunioni anche di sera, ora si prendono una settimanella di riposo?  Tutti dicono che è una vittoria della linea di Renzi.

Io penso abbia vinto solo il culo pesante dei nostri parlamentari.

Master and Servant

Berlusconi punta alla Presidenza della Repubblica: “Con la mia storia, perchè no?”

Dopo un comunista, ci mancava proprio una costumista.

Ma sicuramente ce la farà se Veltroni continua a rilasciare dichiarazioni strampalate: “La destra appaga gl’istinti belluini della società”.

1) C***o significa “Belluini”?

2) Ma pensi che la gente normale ti capisca quando parli?

3) Ma soprattutto, tu ti capisci quando parli?

4) E tu quali istinti pensi di appagare, a parte il sonno?

5) La smetti di chiamarla Destra? Si chiama Media, come il dito a cui ti associa la gente.

E mentre Veltrusconi parla d’istinti, il papa li mortifica ribadendo: “No alla pillola anticoncenzionale”. Ormai il solo contraccettivo accettato dalla Chiesa è la faccia di Ratzinger – unica in grado di farti passare la voglia di scopare all’istante.

Ragazzi, che tragedia…tra Veltroni, Berlusconi e il Papa, pare che la vera emergenza rifiuti sia a Roma!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: