Sarah FALLIn

Sarah Palin ha ispirato un film porno a Larry Flint, noto regista a luci rosse.

Il titolo è ancora ignoto – ma l’header del mio post può essere un valido suggerimento.

Lo rubi pure sig Flint, è per una buona causa.

Annunci

I tre porcellini

 

Obama: “Metti un rossetto ad un maiale, ma rimane sempre un maiale

La Palin, senza badare al fatto che Obama si riferisse a McCain e non a lei, ha subito messo in onda un video accusandolo di sessimo.

Le domande sono quattro:

  1. Perchè la Palin si è sentita chiamata in causa appena si parla di maiali? L’avrei capito se si fosse parlato di scrofe, ma lei si sente un suino maschio? Mi confonde questa donna.
  2. Perchè McCain non ha mai risposto alle accuse di Obama? Mandare avanti una donna non è bello, soprattutto per un repubblicano. In Irak ci manderà sua nonna?
  3. Perchè Obama doveva parlar male di un maiale proprio in un paese pieno di porci?
  4. Che hanno fatto ‘sti poveri maiali? Non hanno anche loro il diritto di truccarsi?

I misteri della politica americana sono infiniti.

Patiti di Patata

Premesse

1) McCain è la marca leader nelle patatine fritte;

2) Gli USA sono il paese delle patatine fritte;

3) La pratica più diffusa tra gli americani è fare i “couch-potatoes” (patate da sofà);

Conclusione

McCain sarà il prossimo presidente degli Stati Uniti d’America

E a nulla varrano tutti i discorsi kennediani di Obama: cosa può un nero dal cognome binladesco contro una bianca patata anglosassone?

Obama chiama mamma Biden

(Biden e la moglie, da giovani, incontrano il papa Telegenico)

Obama ha scelto il suo vice, è Joe Biden, capo della commissione affari estero della camera, femminista (è sua la prima firma sul Violence Against Woman Act ), cattolico.

Anziano (64 anni), con molta esperienza in politica interna ed esterna, Biden sembra la scelta ideale per colmare quelle mancanze professionali di cui McCain (ma anche la Clinton a suo tempo) accusa Barack Obama.

Insomma, con Joe Biden, Barack sembra ammettere di sentirsi in colpa per essere GIOVANE, NERO e NON CATTOLICO. E come se io avessi scelto Mia madre come vice, perchè mi sento in colpa di non andare mai a trovarla.

Sarà anche un’ottima mossa elettorale, ma una scelta politica molto povera.  Peraltro, la Clinton è incazzata come una iena per non essere neanche stata considerata; un clima non ideale per il convegno di Denver, dove Obama spera di uscire con un plebiscito.

Siamo ben lontanti dai sogni e dal “CHANGE” di cui Barack parla in ogni comizio.

Let’s wait and see.

trackback al post di Francalia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: