Rotondi si è messo a dieta

Ha fatto discutere una recente intervista al ministro per l’attuazione del Programma, Rotondi, in merito alla pausa pranzo: sarebbe dannosa e anti produttiva. E non importa se già un italiano su cinque la salta: per l’indispensabile ministro non basta. “Sono vent’anni che non faccio pausa pranzo” – eppure, non si direbbe; e poi continua: “Le mamme potrebbero saltarla, uscendo prima da lavoro per andare dai propri figli” – per poi stramazzare al suolo con un attacco ipoglicemico.

Mi rivolgo al ministro: 

– In quale sezione del programma del PDL si parla di questo provvedimento? Nel paragrafo “Pratiche masochistico-enterinali per uscire dalla crisi”? 

– Oppure, sarà che l’unico Programma a cui fa riferimento il suo dicastero è un programma dietetico? Il SUO programma dietetico?

Ora capisco, è sicuramente la seconda! Lei vuole dimagrire a tutti i costi, ma non ci riesce con tutti questi fannulloni dei dipendenti pubblici a ronzarle attorno, mangiando come scrofe. Così, prendendo esempio dal suo BOSS, vuole una legge AD PERSONAM che ponga fine a questo strazio.

Non possiamo che essere con lei, Rotondi. La sua lotta è la lotta di tutti noi.

Grazie di cuore.

Chi è il ministro che sta più sul cazzo? Risultati del sondaggio

Dopo una settimana dall’inizio del sondaggio “Vota il ministro che ti sta sul cazzo”, ecco la classifica dei votanti passati in questo balordo blog:

Carfagna
33%
La Russa 13%
Brunetta 9%
Calderoli 9%
Tremonti 9%
Alfano 9%
Gelmini 6%
Maroni 2%
Zaia 2%
Bondi 2%
Bossi 2%
Rotondi 2%
Vito 2%

Vedendo la Carfagna al primo posto, posso pensare a quattro tipi di lettori del mio blog.

1. Sono puttane incazzate per il suo ddl anti-prostituzione;

2. Sono gay che non hanno sopportato il mancato patrocinio del gay pride;

3. Sono showgirls invidiose perchè loro hanno rimediato solo una televendita andando coi potenti;

4. Maniaci sessuali che la vorrebbero DAVVERO sul cazzo;

Minchia, Puttane, Gay, Showgirls…ci mancano solo i nani, e il mio blog somiglia al vecchio PSI.

Rotonetta = Rotondi+Brunetta per i DICO

 Brunettaministro della Pubblica Amministrazione* – e Rotondiministro per l’attuazione del programma – stanno lavorando PRIVATAMENTE ad un ddl per le coppie di fatto. Rotondi ci tiene a precisare che “le unioni civili non fanno parte del programma di governo, e non saranno realizzate da questo esecutivo”.

La non-legge, infatti, sarà affidata al non governo ombra di Veltroni. Potranno usufruire della non-legge tutte le coppie che di fatto non esistono. Persino le coppie non-etero**.

Non mi fate dire di più.

* ..ma a questo punto “PUBICA amministrazione” è decisamente più appropriato

**  Come mi ricorda il trafficante INGENUOi politici i PACS già ce l’hanno.  E’ vero, amico, solo che nel loro caso significa “Possono Accoppiarsi Come Scrofe”. Questione di classe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: