Rabbit Vibrator

Ad un’amica molto pudica regalammo il rabbit vibrator. Dopo poche settimane, lo usava così tanto che la soprannominai JESSICA RABBIT. Dopo alcuni mesi, andammo a cena a casa sua e si dimenticò il simpatico coniglietto sul comodino in camera da letto. Era tanto consumato tanto da somigliare ad un mostro post-chernobyl o ad un pokemon che aveva subito violenza sessuale.

Se fare sesso è naturale, farlo con dei giochetti lo sembra molto meno. Ma in fondo, il latex è prodotto da elementi naturali. Come dire: non mi mangio il pan di spagna, perchè non cresce sugli alberi.

Ragazzi, tocca provare tutto per poter giudicare. Non mi fate come i preti che parlano di sesso quando (in teoria, molto in teoria) non l’hanno mai fatto.

ps è la risposta ad un post di Penelopebasta.

Annunci

Canta Salerno!

Sabrina Salerno è tornata con un nuovo CD!

La notizia è stata accolta calorosamente dai tutti i giornali. Porno.

Muscle Worship

Ho scovato questo video nei meandri di YouTube.
Cercavo un documentario della BBC sul Vaticano (a proposito, è questo), quando mi sono imbattutto in questo magnifico servizio che mi ha cambiato la vita.

Sostanzialmente, è un’intervista ad un californiano che campa di MUSCLE WORSHIP (venerazione di muscoli). E’ una pratica molto diffusa in America. In sintesi: ti pagano per toccarti, leccarti e baciarti i muscoli. Non devi fare sesso (quantomeno, non necessariamente), e quanti più muscoli hai, tanti più soldi becchi.

Ora, mi sembra una pratica molto conveniente per entrambi i contraenti; il “worshippato” si fa un bel pò di soldi per comprarsi tutti gli steroidi per essere worshippato ancora di più, mentre il “worshippante” si evita tutta la trafila del rimorchio in discoteca (e delle ore di palestra).

Quì in Italia, abbiamo una pratica non dissimile: Ratzi-Worship. In sintesi: i politici pagano per leccare e baciare il culo del Papa, senza fare sesso (quantomeno, non in tutti i casi). Così, il papa è sempre bello deterso ed i politici beccano i voti.

Siamo proprio come gli americani, non c’è che dire.

Ratzin…gay?

1. Veste di marca e con stravaganza;
2. Si circonda di maschi prestanti;
3. Sembra Evita Peron quando si affaccia al balcone;
4. Parla sempre di sesso;
5. Ha un accento straniero.

Chi è? No, non è MADONNA…è RATZINGER!

Prossima mossa: un cd singolo dal titolo: Cappella Fist-ina.

One night sex

Gente che va, Gente che viene. E viceversa. Che è decisamente più plausibile

Porn Korn

Se avessi avute due vite, una l’avrei spesa solo facendo film porno,

L’altra guardandoli.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: