Ma chi spread ce lo fa fare?

La mia sensazione è la seguente: nessuno ci capisce una mazza sullo spread. A noi poveri cittadini ci stanno riempendo le palle da un anno con questa parolaccia; i politici se ne stanno riempendo la bocca, quando non è occupata a mangiarsi i nostri soldi, per giustificare ogni loro mefistofelica pensata del c***o. E fai la riforma delle pensioni. E poi la riforma del lavoro, e ora la spending review.

Ma almeno ‘sto spread è sceso? No, si alza sempre più! E allora chi è il Viagra dello spread? Dice un pó è l’Europa che non trova un accordo sull’unione politica, e un pó sono i dubbi su chi vincerà le elezioni nel 2013 in Italia. Ah mo’ questo è il motivo? Ma dico io: prima di fare tutte ste minchia di manovre, che tra un po mettono le accise pure sulla merda che facciamo, non potevano dircelo?

Signori miei, vorrei tanto lasciarvi con un messaggio di speranza. Ma vi do un consiglio: fate armi e bagagli per il Brasile. Tanto sesso, samba e soldi facili. E sticazzi il Colosseo e tutte le spending review di ‘sta ceppa!

Annunci

Non perdiamo la speranza

Ed i Tecnici chiamarono un Supertecnico per fare i tagli alla spesa pubblica. E lui chi chiamerà a fare il suo lavoro? Eta Beta? Possibile che questi sono da meno di 6 mesi al governo e già si sono imparati a non fare un cazzo?!

No, non voglio perdere la speranza. Continuo a sostenere il governo Monti. Perchè ci ha salvato da una crisi imminente. Ma ci sono un pó di sfondoni che proprio dovevano evitare. 1) Le varie ed infelici frasi su lavoro fisso monotono, sfigati disoccupati etc etc; 2) Fermarsi davanti alle lobby dei parlamentari, dei farmacisti e dei tassisti, ma fare un culo cosi ai pensionati e alla gente comune; 3) Non intervenire in maniera decisa nella riforma della governance della Rai (e regolare il conflitto d’interessi).

Uno potrebbe chiedersi: perchè lo sostieni ancora? Semplice: non sono un demente che si è messo una fettina di culo di Vendola o Grillo sugli occhi. Riesco a vedere anche le molte cose positive che questo governo ci ha dato.

La riforma delle pensioni ha messo fine allo scempio delle pensioni di anzianità e ci ha avvicinato agli standard europei. Con il decreto liberalizzazioni, si è dato un bel colpo di reni al mercato del gas. Con il salva Italia ha liberato i comuni dall’obbligo di appaltare ad Equitalia la riscossione dei tributi. Hanno imposto l’IMU anche alla Chiesa. E si potrebbe continuare a lungo.

Hanno ancora davanti 7 mesi. Poi inizierá il semestre bianco, e potranno occuparsi solo di ordinaria amministrazione. Che ritornino a macinare riforme come all’inizio, dimostrino alla gente che i poteri forti non li condizionano, e rilascino meno dichiarazioni acide alla stampa.

Il Governo dei Tecnici non diventi la Taverna dei Ragionieri. Perchè i tarallucci sono andati a male, ed il vino è finito. Non vorremmo dover usare i loro canali rettali per smaltirne la bottiglia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: