Darla, darla a tutti!

Ai tempi in cui la TV era ai primordi del trash, ci fu un evento che fece scalpore. Una conduttrice di un talk show fu espulsa dalla rai per essere andata in diretta con una maglietta con su scritto “Un consiglio: darla”. Ci stavo pensando perchè una mia amica continuava a ripetermelo al telefono che a quel tizio della discoteca “non gliela darà mai”; e questo grido di orgoglio faceva eco ad un’altro vaticino di un’altra amica: “se gliela da al secondo appuntamento, non lo rivede più”.

Dare, dare, ma queste donne si pensano che loro non ricevono nulla? Se ci pensate, quello che davvero “da” è il maschio, perchè ha qualcosa da dare concretamente – la donna al massimo subisce e nella migliore delle ipotesi, lo riceve. Io sono basito dalle implicazioni alla base dell’espressione “darla”.

1. La donna CONCEDE all’uomo l’onore di prendersela

2. Se la donna la da, l’uomo che fa con il suo attrezzo? Che verbo si deve usare?!?!?

Sono confuso, e pure stanco…vado a dormire. Notte.

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: