No Manovra? Meglio la retromarcia?

Non sopporto la lagna continua e distruttiva che contraddistingue l’italiano medio. A chi non piace la manovra Monti, andasse pure in Grecia per capire davvero cosa significhi andare in default.

Dicono che sono colpiti i poveracci, ma sgombriamo il campo da ogni dubbio: e’ una cazzata. Io vivo del mio stipendio, non metto da parte niente, non ho eredita’, non ho case e non ho auto. Ho iniziato a lavorare gia’ con il conteggio contributivo della pensione. Non possiedo yacht, ne’ elicotteri. Direi di essere un poveraccio, no? Ecco, io non saro’ toccato minimamente dalla manovra Monti. Gli altri che lo saranno tanto poveracci non lo sono, e tacciano per decenza.

Dicono non sia equa. Perche’ non mettere l’ICI anche alla Chiesa. Bla, bla, bla. La Chiesa svolge un compito assistenziale indispensabile per i veri poveri del Paese. Se dovesse pagare le tasse, sarebbero tagliati quei servizi a beneficio di una fascia debole della popolazione. Perche’ non aumentare la sovrattassa agli scudati? Perche’ gia’ sara’ quasi impossibile reperirli quei soldi (si dovra’ violare un patto Stato-cittadini): metti la % che ti pare, ma i soldi comunque non ci saranno.

Voglio pero’ dire che esiste un aspetto odioso di questa riforma, la deindicizzazione delle pensioni superiori ai 936 euro per due anni. Va abolita nelle discussioni alle Camere. Si mettano al bando le frequenze tv che attualmente si vuole regalare a Mediaset e Sky, ed evitiamo questo salasso inutile ai pensionati. Si potrebbero fare almeno 15 miliardi, che darebbero un po’ di respiro a tutti.

Concludo.
Non e’ una manovra perfetta, ma non e’ l’unico provvedimento che dovra’ produrre il governo Monti. Mancano ancora i decreti sulla crescita (liberalizzare le professioni, privatizzare gli enti su cui lo stato ancora possiede golden share, etc etc), sulla lotta all’evasione fiscale e sulla riforma del mercato del lavoro (la proposta Ichino e’ gia’ nei cassetti delle commissioni parlamentari).

Ma in 17 giorni e’ stato fatto un lavoro eccellente. Posso dire finalmente che gl’italiani hanno un governo che non si meritano. E’ troppo più avanti di loro. Che il popolo si svegliasse e la smettesse con la stucchevole lagna da sindacalista degli anni 70.

Annunci

Dalla parte della Chiesa

Un ebreo, ateo, socialista, omosessuale, e anticlericale non e’ esattamente il più adatto a fare l’apologia della Chiesa Cattolica. Ma la vita e’ strana, e spesso ci troviamo a difendere l’indifendibile. Vedere la Madonna e crocifissi distrutti dai black bloc mi da ai nervi in maniera inaspettata.

Io critico ogni giorno la Chiesa, ma non mi sognerei mai di aggredirla fisicamente e simbolicamente. Non posso accusarli di essere intolleranti, se non sono tollerante io stesso. Senza contare che sarei stupido a voler eliminare il mio nemico preferito dopo Berlusconi. I Puffi mica lo vogliono morto Gargamella. Senno’ due palle.

In ogni caso, la più grande lezione a questi dementi l’ha data il vicario di una chiesa a San Giovanni che ha accolto centinaia di manifestanti pacifici durante gli scontri. Questo non e’ stato uno schiaffo morale, ma un calcio in culo etico ai black bloc. Ben fatto, uno a zero per la Chiesa.

Lo dico sempre che i gay danno le risposte migliori quando sono attaccati frontalmente.

Sorella de che?

Sta girando su Facebook un video dove una suora, alla domanda “Cosa pensa delle coppie omosessuali?”, risponde così: “Vanno annientate, perchè la famiglia esiste da quando esiste Cristo. Quindi, evviva la famiglia, abbasso i gay”. L’ultimo frame è del volto della suora visibilmente compiaciuto per quanto ha appena detto.

Senza mezzi termini, vi dirò cosa penso.

1) “Vanno annientate”. La suora deve vivere in una sorta di allucinazione manga alla Daitan 3. In cui Ratzinger, con la scintillante armatura di ermellino, annienta i fottuti froci con i raggi laser emessi dal rosario fotonico. L’utilizzo di questa espressione mi spinge a chiedere l’internamento di questo soggetto psicopatico in una clinica. Immediatamente.

2) “La famiglia esiste da quanto esiste Cristo”. Devo sottolineare lo svarone storico-sociale della povera rimbambita? Forse alla sorellina di Dio è sfuggito che il Cristianesimo è la copia pop del Giudaismo, che già prevedeva molto prima di Cristo (ammesso sia mai esistito) il concetto di famiglia con matrimonio e crismi del cazzo.

3) “Evviva la famiglia, abbasso i gay”. Dopo l’allucinazione manga, e le distorsioni spazio-temporali, la suora crede di essere allo stadio a tifare per la squadra della “Famiglia” in contrapposizione a quella dei gay. Al posto della sciarpa al collo, perchè non si mette un bel cilicio? Lo stringa bene bene, mi raccomando, sorella.

Conclusione.

A me questa suora fa letteralmente schifo. Non è un essere umano. Questa gentaglia (vedete anche le dichiarazioni del vescovo di Otranto su Nichi Vendola) rappresenta solo l’ultimo rantolo del moribondo che non si arrende alla sua fine. La Chiesa è morta: persino l’iPAD ha più adepti.

E l’argomento della famiglia “naturale” tra uomo e donna cade rovinosamente per un cortocircuito logico. Se fosse l’unica naturale, perchè genera figli omosessuali, contronatura secondo la suddeta visione? La natura può produrre la sua negazione?

Marx diceva che la religione è l’oppio dei popoli. Questa suora è già alla fase della fame chimica: si mangiasse un bel cazzo.

Così almeno si da una calmata.

Chiesa Nord

La Chiesa cattolica è solo una succursale appenninica della Lega Nord.

Stamane, leggendo delle nuove disposizioni in merito di pedofilia nel Vaticano, mi ero per un secondo meravigliato. Condanna immediata alle autorita’ civili, laicizzazione automatica del colpevole senza processi e potere d’investigazione dei vescovi. Un vero colpo di spugna; ma mi sbagliavo. Commentando la notizia, Bertone ha detto: “La pedofilia non va collegata al celibato, ma semmai all’omosessualita’“. E questa dichiarazione va a braccetto con quella, poi vigliaccamente smentita, da mons. Babini:  ” E’  tutta una campagna mediatica degli ebrei e degli omosessuali”.

Questa Chiesa mi fa schifo, lo dico senza mezzi termini.

E’ una Chiesa che odia la gente, perche’ e’ solo un potentato mafioso, un ricettacolo di voti di scambio con la politica italiana, un crogiolo di razzisti reazionari, omofobi repressi e aristocratici finto-populisti. Mi fa ancora più schifo, perche’ oscura l’ottimo lavoro che la chiesa (con la c minuscola) fa sul territorio, con la gente, con i poveri. La vera chiesa.

Rimane un solo punto che impedisce la piena fusione tra il Vaticano e la Lega: l’immigrazione. Ma la sintesi si potrebbe trovare in un batter d’occhio: che dire dei moltissimi immigrati (soprattutto, sudamericani) fuggiti dai loro paesi, perchè perseguitati per l’orientamento sessuale? In quel caso, ‘fanculo l’integrazione: che muoiano nei loro paesi. No, caro Joseph?

Incompetenti

I neogovernatori leghisti di Piemonte e Veneto: “No alla Ru486”; il Papa li loda: “No all’uccisione di bambini mai nati”. Siamo arrivati alla frutta: il paraplegico che aiuta il cieco a camminare.

La Lega nel ’94 era contro la DC, Roma ladrona e la Chiesa. Crearono (ed hanno ancora) riti pagani e pseudo-celtici.  Mentre idolatrano un’ampolla di piscio del PO, come pensano di risultare credibili come paladini dei valori cristiani? Ma per favore!

La Chiesa, a sua volta, vuole pontificare sulla vita dei bambini mai nati: ma chi sono loro per farlo essendo coinvolti in centinaia di scandali di pedofilia nel mondo? Il dubbio che li vogliano far nascere per potersene “occupare” loro e’ più che legittimo. Again, ma per favore!

Tutto cio’ senza menzionare il fatto che NESSUNO puo’ vietare la commercializzazione di un farmaco autorizzato dall’Agenzia Italiana del Farmaco. Ma la legalita’ ormai ha meno importanza di un foruncolo sul culo di Bossi. E meno male che stavolta Bersani-Casper si è svegliato e gli ha detto: “si credono imperatori”. Tutta vita: il pusher della Bindi gli avrà fornito del propoli o dei fiori di Bach.

In definitiva, la domanda è: ma perchè questi si permettono di parlare nonostante le EVIDENTI incompetenze? La risposta è una soltanto: nessuno se ne fotte altamente di quello che dicono e allora li lasciano parlare. Ma gente, non ci lamentiamo quando ci ritroveremo le leggi Razziali, ok?

Il mio quartiere

Ieri l’ennesima notizia da far incazzare anche Mahatma Ghandi: un vescovo si è rifiutato di fare la comunione ad un gay. Ma caro fedele gay, non mi incazzerei più di tanto: conoscendo i preti, non vorrà farti la comunione, ma sicuramente altro te lo farà! Sempre in nome di Cristo, che non dimentichiamoci mai andava in giro con 13 uomini e nessuna donna. L’unica era Maria Maddalena, che altro non era che una frociarola persa. Insomma, tale padre, tali figli.

Eh si, molti mi chiedono come faccio ad avere tanta speranza che le cose cambino in Italia. Notizie come questa si accavallano ogni giorno e ti verrebbe voglia di lasciare tutto per andare a vivere all’estero; io l’ho fatto, e me ne sono pentito. I migliori, quelli che sentono disagio in questa situazione DEVONO rimanere, perchè sono gli unici a poter cambiare davvero le cose (o comunnque ad accettare il cambiamento quando avverrà).

Perchè sono così ottimista? Lo devo al quartiere dove vivo a roma ormai da 3 anni.

Nell’arco di pochi metri quadrati convivono miriadi di ristoranti napoletani e toscani, bar, un club di scambisti gay, una chiesa, due asili, un centro sociale fascista, un centro yoga, 4 palestre, vedove, trans brasiliane, puttane nigeriane e colf rumene. Nel mio quartiere, non c’è mai uno scontro: al bar, vedi tranquillamente la trans che parla con la vecchietta di politica, e l’effeminato parlare di sesso estremo con il fascista (che è decisamente interessato all’argomento). Oppure vedi uscire dal club di scambisti uno nudo con solo un tanga di pelle, e a lato, la mamma uscire col carrozzino dalla farmacia.

Ecco il motivo per cui sono ottimista. C’è chi il futuro lo deve sognare, io invece mi affaccio al balcone e lo vedo ogni giorno della mia vita. E vi assicuro, ragazzi, che è tremendamente stimolante. Con questa realtà davanti agli occhi, i politici e la chiesa mi sembrano solo resti del passato, che continuano a piangere e a lamentarsi perchè SANNO della loro breve vita. Verrà il tempo di farsi da parte, e di questo tempo ne rideremo con una prostituta rumena dal commercialista, dove sarà andata a pagare l’IVA delle sue fatture di lavoro.

Buon weekend!

Senza parole

Una ricerca inglese sostiene che i giovani utilizzano solo 800 parole per comunicare via sms e social network. Costretti dall’immediatezza del mezzo, i ragazzi fanno economia sul vocabolario orale che e’ invece di 40mila parole. Viene da chiedersi perche’ i leader politici e (suppostamente) morali non facciano lo stesso. E stiano zitti una volta per tutte.

Sono stregato – per non dire, mefistofelicamente affascinato – da un paio di altisonanti dichiarazioni della Chiesa. La prima e’ del Papa: “Non fidatevi dei maghi ed economisti”; la seconda dell’Osservatore Romano: “L’Italia resta un Paese razzista”.

Ed in un batter d’occhio, il gioco di prestigio e’ fatto. Nel primo caso: noi non siamo maghi, infatti vi ordiniamo solo di credere in un’entita’ superiore senza alcuna prova empirica, noi non vi abbiamo abituato a credere nei miracoli. O nel secondo caso: noi siamo alla guida spirituale del paese solo da più di mille anni, non abbiamo niente a che fare con il razzismo imperante nella nazione, ce ne laviamo le mani.

La Parola del Cristo nasce semplice, diretta e decisamente in opposizione all’establishment fariseo dell’epoca. Siccome la Chiesa e’ establishment, non puo’ fingere di stare ancora all’opposizione, altrimenti fa il giochetto Berlusconiano di fare la vittima dalla posizione del carnefice. Oppure, se preferite la metafora TRANS: sono lupi che si travestono da agnelli.

In questo fiume di parole, una certezza emerge: se Gesu’ rinascesse oggi, non sarebbe dalla parte della Chiesa.

Il fatto e’ che probabilmente manco ce ne accorgeremmo di lui: da nero, sarebbe evacuato in un centro d’accoglienza ed espulso per reato d’immigrazione clandestina.

Amen.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: